ANELLO DI BOSCOMARE

Tempo di percorrenza: 4 ore

Difficoltà: T/E

Dislivello: 300 metri

Dal parcheggio antistante la pensilina di Boscomare, in Via Provinciale, prendere la strada carrozzabile e, dopo circa 200 metri, seguire a destra le indicazioni per Pietrabruna, imboccando una caratteristica mulattiera.

Arrivati finalmente a Pietrabruna e giunti in Piazza Giovanni XXIII, portarsi all’interno dei carruggi che lambiscono il centro storico, subito sotto il bar-trattoria “i Cacciatori”, e imboccare la ripida stradina che risale la colla in direzione di San Salvatore, Via San Salvatore.

Leggi tutto

La mulattiera, che sale ripida e stretta per circa 100 metri di dislivello, dopo circa 500 metri sbocca su una strada carrozzabile asfaltata, che si muove all’interno della macchia mediterranea fra rosmarini, cisti e ginestre, attraversando altresì uliveti e orti.

Giunti finalmente al passo di San Salvatore e alla cappella omonima (fine del sec. XV), imboccare la larga mulattiera sulla sinistra con magnifica vista sulla marina e sul golfo di San Lorenzo al Mare e Arma di Taggia. Seguire i segnali del metanodotto a destra e, dopo un ampia radura, tenere la destra in salita arrivando al passo Sette Fontane; da qui, si ridiscende di quota lungo la cresta montuosa, tenendo sempre la sinistra, e si giunge dapprima all’ampio slargo del metanodotto e, quindi, costeggiando alcune “caselle” (dette anche “casette” o “supenne”, tali costruzioni sono caratteristiche abitazioni e ricoveri stagionali dai caratteri architettonici arcaici, che affondano in una tradizione millenaria, quella delle prime popolazioni del Mediterraneo), passare sotto il traliccio e, sempre tenendo la sinistra, raggiungere un’ampia mulattiera che attraversa boschi di carpini, roverelle ed erica arborea.

La mulattiera dopo circa 600 metri diviene nuovamente asfaltata e porta in Via Gioberti a Boscomare, dove si conclude il nostro giro.