Sentieri

La Valle del San Lorenzo, dal mare all’entroterra, sino alle cime più elevate che raggiungono e oltrepassano i 1000 metri di altitudine, offre numerose e interessanti possibilità escursionistiche praticabili da tutti e durante tutto il corso dell’anno. Passeggiare in un bosco, rimanere sdraiati su un prato o affrontare un sentiero di montagna hanno il potere di garantire benefici sullo stato fisico e psichico di ciascuno, di accrescere il proprio benessere e permettere di ritrovare rinnovata energia. Del resto, la moltitudine di sentieri permette a ciascuno di scegliere in base alla propria preparazione e al proprio interesse.

E’ possibile scegliere passeggiate brevi con lievi dislivelli, molto interessanti anche per chi intende praticare il nordic walking, fino a passeggiate di difficoltà E, della durata di oltre cinque ore con dislivelli di 800 metri. Spesso i sentieri e le mulattiere s’intersecano tra di loro conducendo in una fitta ragnatela che consente di passare da zone ancora coltivate a zone brulle, o popolate di fauna e flora mediterranea. Se si ha la giusta pazienza e una piccola dose di fortuna, è possibile incontrare scoiattoli, volpi, cinghiali, gheppi, poiane, bianconi, upupe, civette e barbagianni a seconda della stagione e dell’orario.

Leggi tutto

Passeggiare nella Valle, tuttavia, è anche fonte di conoscenza culturale perché oltre alle bellezze del paesaggio, ai colori e ai profumi della natura, si possono attraversare e visitare villaggi e borghi al passo lento e affascinante del nostro ritmo naturale in un rinnovato connubio mente-corpo. L’entroterra infatti custodisce un grande tesoro: borghi antichi, spesso magnificamente conservati e quasi addormentati nei fasti delle loro vicende medioevali, lontani dal rumore, dal caos, immersi nei boschi e nella macchia mediterranea e sovrastati da montagne incorrotte.

La varietà di paesaggi, ambienti e specie botaniche è incredibilmente ampia. Grazie al clima mite si può camminare tutto l’anno; del resto al di sotto dei 1000 metri la neve è poco presente e panorami e tramonti sono spettacolari specialmente in inverno. In questo modo è possibile passeggiare da soli ma, anche e soprattutto, accompagnati da Guide Ambientali e Turistiche che consentono di scoprire percorsi inattesi, fornendo informazioni utili e curiosità varie.

La sensibilità verso l’ambiente sta aumentando come la voglia di viverlo in armonia. E, parallelamente, sta aumentando anche la consapevolezza di quanto l’impatto dell’uomo incida sull’ambiente, dell’emozione che si prova percorrendo antiche mulattiere osservando panorami mozzafiato o incontrando alberi secolari: è qualcosa che sedimenta in noi l’importanza di tutelare e proteggere l’ambiente naturale.

Ricordiamo di essere discreti, ammiratori e non invasori, evitiamo di lasciare dietro di noi tracce del nostro passaggio , rispettiamo l’ambiente e soprattutto evitiamo il rischio d’incendi. Il fuoco è il peggior nemico del nostro ambiente, che gode di un clima caldo e secco. Per organizzare una escursione guidata rivolgiti alle Guide Ambientali Escursionistiche abilitate, consulta il sito della provincia.